18 Febbraio – Corteo a Monza

Standard

Come dieci anni fa, eccoci di nuovo per le strade di Monza a manifestare per il Giorno del Ricordo, istituito nel 2004 per ricordare il dramma delle foibe e il successivo esodo dalle terre d’Istria Fiume e Dalmazia. Un Ricordo che le istituzioni tradizionalmente hanno cercato di ignorare,di passare sotto silenzio.
Ma la situazione sta peggiorando: se dieci anni fa il silenzio era la stategia commemorativa preferita per questa data, oggi è sempre più diffusa la tendenza istituzionale a concedere patrocini e spazi ad associazioni e personaggi dal dubbio curriculum che tendono a minimizzare, negare o giustificare il dramma del confine orientale.
Noi lo diremo chiaramente.
Nella terribile storia delle foibe ci sono le vittime,cioè le migliaia di uomini e donne gettati nelle foibe, la cui unica colpa era quella di essere italiani. Poi ci sono i carnefici, gli aguzzini, gli assassini: i partigiani comunisti titini, che agirono anche con, non guasta ricordarlo, la corresponsabilità dei partigiani comunisti italiani.
Non è ammissibile che le istituzioni invitino personaggi che negano questa semplice verità, con l’evidente scopo di coprire le responsabilità di parti politiche affini e che ai carnefici furono fin troppo vicine.
Come dieci anni fa, per questo scendiamo in piazza.
Come dieci anni fa, LA VERITÀ NON PUÒ ESSERE INFOIBATA

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.